BIELORUSSIA: CONTRO LA DISINFORMAZIONE DI MASSA

Una campagna di strumentalizzazione mediatica superficiale e faziosa contro l’esito delle elezioni in Bielorussia è il risultato della concorrenza delle potenze occidentali tra Unione Europea, Nato, Stati Uniti e la Russia.

Potenze interessate al controllo dei mercati delle materie prime, oltre che ai posizionamenti geopolitici.

La soluzione per il popolo Biellorusso non è certo la conservazione dell’attuale sistema…ma va evidenziato che quando le elezioni vengono vinte da personaggi come Lukashenko, Maduro, Morales ecc, sono per definizione “truccate”, mentre i golpe per rovesciarli sono per definizione “democratici”.

L’occidente chiama “dittatura” tutto ciò che non si sottomette ai propri interessi, come se l’Occidente fosse nelle condizioni di poter dare lezioni di democrazia e libertà.

La precarietà e la disoccupazione dilagante, la negazione dei diritti sempre più pressante, la sanità pubblica e il sistema di istruzione sempre più allo sfascio, la negazione del diritto alla casa, lo sfruttamento dei lavoratori al limite della schiavizzazione, l’ambiente massacrato per il profitto, sono la NORMALITÀ dei paesi capitalisti nei quali viviamo.

I compagni che nella CUB lavorano per la costruzione di un sindacato di classe e di massa sono solidali con i lavoratori della Bielorussia, convinti che essi debbano poter organizzare la propria lotta indipendente e autodeterminata, basata sui propri interessi e respingendo le ingerenze straniere imperialiste.

Bielorussia-contro-la-disinformazione-di-massa

About the Author

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *