NO AI LICENZIAMENTI, NO ALLA CHIUSURA DEL SITO DI NAPOLI

Basta annunci e proteste di facciata. Aumenta la richiesta di produzione di elettrodomestici in tutti gli stabilimenti.

Nell’unità produttiva di Cassinetta (VA) si aumentano i ritmi e si assume personale per lavorare sabato e domenica.

Ben vengano prese di posizione di Fim-Fiom-Uilm contro la violazione degli accordi sottoscritti al MISE, che garantivano la produttività anche nel sito di Napoli.

Ma non é più ora di FIACCHE PRESE DI POSIZIONE.

Contro le pretese padronali e l’inefficienza del Governo è necessaria una forte e vera mobilitazione dei lavoratori.

Il posto di lavoro non si tocca ! Può e deve essere garantito A TUTTI senza aumentare i ritmi produttivi.

Riduzione e ridistribuzione dell’orario di lavoro per una piena occupazione.

La tecnologia può e deve essere utilizzata a vantaggio dei lavoratori.

Per LAVORARE MENO, LAVORARE TUTTI, LAVORARE MEGLIO.

Alla pretesa padronale di intensificare lo sfruttamento contrapponiamo la solidarietà e la lotta unitaria dei lavoratori !

Unica arma per difendere LAVORO, SALARIO e DIRITTI.

About the Author

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *