MOBILITAZIONE OPERAIA, E’ ORA !

🔵 I lavoratori stanno pagando questa crisi, non solo economicamente ma anche con la loro salute.

Sulle spalle dei lavoratori di ogni settore si scaricano le conseguenze delle politiche asservite agli interessi padronali e la mancata presa di posizione delle burocrazie sindacali, che nel tardare volutamente decisioni a tutela dei lavoratori, favoriscono l’arroganza padronale.

La classe operaia é messa in ginocchio dalle scelte scellerate dei dirigenti sindacali confederali che hanno da tempo oramai, abbandonato ogni azione a tutela degli interessi dei lavoratori.-Intanto si manifestano i limiti delle OO.SS. di base che non riescono a essere riferimento organizzativo del malessere.

E’ necessario unitariamente preparare la mobilitazione dei metalmeccanici (che devono riprendere il proprio ruolo di avanguardia di lotta di tutti i lavoratori) a partire dal contrastare quello che si profila un CCNL bidone e per contrastare ogni licenziamento a partire dalla solidarietà alla lotta dei lavoratori della Whirlpool di Napoli.

Richiamare i lavoratori di tutti i settori all’unità della lotta per pretendere ora e subito:

-Misure concrete per la salvaguardia della salute, salario e lavoro per tutti, libertà e diritti (sanità, scuola e servizi sociali pubblici gratuiti), in antitesi al profitto e allo sfruttamento.

La ricchezza di questo Paese è prodotta dai lavoratori ma ad essi è riservata solo povertà e sfruttamento.

C’è bisogno del protagonismo degli OPERAI, dei lavoratori in generale per la costruzione di una coscienza di classe necessaria a combattere questo sistema ed essere riferimento per TUTTI i ceti popolari che oggi manifestano il proprio malessere, emarginando chi specula e chi strumentalizza il malessere di chi sta subendo la politica Nazionale/Europea al servizio dei poteri forti.

Costruiamo una grande mobilitazione dove la centralità sia la lotta per una società diversa : no agli sperperi per le spese militari, no agli enormi sostegni economici per le multinazionali… ma i servizi sociali, il lavoro e salvaguardia della salute, i tamponi gratuiti per tutti i lavoratori e le tutele retribuite per lavoratori fragili, DEVONO ESSERE LA PRIORITÀ.

Solo l’unità dei lavoratori, con le proprie organizzazioni e la capacità di essere direzione di tutto il popolo che non vuole vivere in queste condizioni, potrà essere lo tsunami che spezzerà via queste nefaste politiche che affamano il popolo e privilegiano i ricchi.DALLA PROTESTA, ALL’ORGANIZZAZIONE, ALLA LOTTA!COSTRUIAMO IL FUTURO

About the Author

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *