EX ILVA: E ORA SI FACCIA GIUSTIZIA

In queste ore il segretario provinciale FLMU di Taranto Stefano Sibilla, ha comunicato ai tre lavoratori iscritti al sindacato che il loro ricorso presentato innanzi alla Corte Europea dei diritti dell’Uomo di Strasburgo, per il tramite dei legali avvocati Biagio e Iolanda De Francesco, É STATO COMUNICATO AL GOVERNO ITALIANO !

Lo rende noto la stessa Corte Europea dei Diritti Umani nella comunicazione del ricorso inviato al governo, che ora dovrà rispondere alle domande formulate dai Giudici.Questo è l’ultimo dei 4 ricorsi (presentati già nel 2017, relativi ad altri dipendenti Ilva dalla FlmUniti-Cub) concernenti exILVA, su cui la Corte ha deciso di avviare la fase processuale.

Per il ricorso dei tre lavoratori la Corte chiede all’autorità Italiane se “le condizioni in cui i tre uomini hanno lavorato, costituiscono un trattamento inumano e degradante, in violazione del Art.3 della convezione Europea dei Diritti Umani, tenuto conto dell’emissione nocive a cui dicono di essere stati esposti”.
Inoltre i giudici vogliono sapere se data la loro attività professionale, i tre dipendenti hanno subito anche una violazione della loro vita privata.

Ci teniamo a rimarcare come UN’AZIONE SINDACALE SERIA, debba mettere al primo posto la salute e le condizioni di lavoro di tutti i lavoratori.
La FLMUniti-CUB con i suoi rappresentanti (dipendenti Ilva) lotterà sempre affinché siano rispettate le tutela della Salute sul posto di lavoro e di conseguenza dei cittadini del territorio che subiscono da decenni l’avvelenamento da parte dell’ilva e di tutte quelle attività industriali che continuano a deturpare Taranto.AVANTI !
OraQuadra – https://oraquadra.info/…/vittime-dell-ex-ilva…/…

Volantino-EX-ILVA


About the Author

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *