Ex ILVA: IL GIOCO DELLE TRE CARTE

L’accordo tra governo e Arcelor/Mittal che prevede l’ingresso di Invitalia e quindi di denaro pubblico nel capitale dell’azienda, è un mistero.
Una vertenza così importante per il futuro sia occupazionale che della salute di migliaia di lavoratori ma anche di un intero territorio che hanno subíto per anni le scelte scellerate dai governi e dai padroni che si sono succeduti ma anche dall’ inerzia dei sindacati sempre pronti a firmare accordi a perdere, salvo poi lamentare problematiche di sicurezza e di garanzia occupazionale, contro le quali non hanno mai preso posizioni forti e/o promosso azioni proprie delle OO.SS. di lotta che fermasse il ricatto a cui i lavoratori sono sottoposti.Pare di capire che a poche ore dal segreto accordo, si ritorna a parlare di POTENZIARE LA PRODUZIONE, di spostare in avanti nel tempo i necessari interventi per fermare l’inquinamento e le relative bonifiche.

Non è dato sapere quanti lavoratori verranno lasciati nell’agonia della cassa integrazione o ancora peggio perderanno il posto di lavoro.Inoltre viene del tutto trascurato il principale problema: le fonti inquinanti responsabili di malattie e morte per troppi lavoratori e cittadini, azione criminosa che in nessuna altra parte d’Italia sarebbe tollerata specie nel momento di pandemia che stiamo attraversando e nel quale tutti parlano della salute al primo posto.I lavoratori e i cittadini che più subiscono gli effetti dei devastanti giochetti tra governo/Arcelor Mittal/sindacati, sono i principali esclusi nelle decisioni ma i principali attori che subiscono le scelte che altri decidono a loro nome.Nel gioco delle tre carte chi tiene banco insieme ai falsi giocatori…vince sempre.

La FLMU non cede un centimetro nella difesa della salute come dimostrano anche i ricorsi alla Corte Europea dei Diritti dell’Uomo in attesa di sentenza, invita i lavoratori a non ripetere l’esperienza in occasione dell’accordo del 6-09-2018 ma di organizzarsi da protagonisti nel pretendere la tutela della salute e garanzie occupazionali per tutti.

La QUARTA CARTA LA GIOCHIAMO NOI: Quella della difesa della SALUTE e del LAVORO.SE SI LOTTA UNITI SI PUO’ VINCERE.SE NON SI LOTTA SI E’ GIA’ PERSO.

Ilva-3-Carte

About the Author

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *