?ELECTROLUX: UN VERO CONTRATTO INTEGRATIVO PER I LAVORATORI !?

Electrolux e Fim Fiom Uilm sono in trattativa per il rinnovo del Contratto Integrativo di gruppo.Parliamo di un contratto scaduto dal 2008(ben 12 anni fa); in questo lasso di tempo gli scenari economici e lavorativi sono completamente mutati.Sono stati anni di tagli dell’occupazione, di aumenti dei ritmi produttivi, di riduzione di diritti, il tutto a vantaggio aziendale.L’avanzata tecnologica ha contribuito a ridurre l’occupazione, è stata utilizzata per sostituire lavoratori eliminando fasi di produzione con conseguente ridistribuzione dei carichi residui a coloro che sono rimasti occupati, in pratica più lavoro con meno persone!Come FLMUniti Cub riteniamo, quindi, che un rinnovo dell’integrativo debba assolutamente partire dalla necessità di aumentare l’occupazione utilizzando la tecnologia per ridurre l’orario di lavoro a parità di salario permettendo nuove assunzioni stabili.Dalle notizie che invece ci giungono, sentiamo parlare di richieste aziendali di straordinari comandati, di flessibilità, di utilizzo di par collettivi ad ore, di eliminazione anticipo premi mensili; l’azienda chiede ulteriori sacrifici a costo zero!Sentiamo parlare di nuove commissioni (le famose commissioni miste azienda-sindacato utili all’azienda per aumentare efficienza con il consenso sindacale) o di irrisori aumenti di premi legati a nuovi indicatori complessi e non verificabili in quanto legati a dati di gestione prettamente aziendale.E i lavoratori?Come FLMUniti Cub crediamo sia necessario un cambio di rotta, sul salario a fronte del lungo fermo- contratto chiediamo un vero aumento che contempli sia la stabilizzazione dell’attuale premio Stb (1174 euro annui), mantenendo gli attuali anticipi mensili, sia un aumento fisso di 1300 euro annui.A fronte di 12 anni di aumenti dei ritmi produttivi chiediamo la riduzione dei cicli in essere e delle saturazioni ad essi legate o in alternativa una pausa aggiuntiva per effetto stancante.Chiediamo miglioramenti per i lavoratori in tema di salute e sicurezza attraverso inserimento di strumenti per il miglioramento del microclima invernale, chiediamo maggior utilizzo della rotazione laddove possibile, miglioramento dell’ergonomia delle posizioni e delle attrezzature per ridurre le malattie muscolo-scheletriche.Insomma pretendiamo un VERO CONTRATTO INTEGRATIVO PER I LAVORATORI che ne tuteli dignità, salute, diritti, salario.I lavoratori, coloro che attraverso la propria fatica permettono ad Electrolux di prosperare MERITANO QUESTO e non il “solito” contratto di “ sacrifici e briciole” in cui a godere siano solo l’azienda e le burocrazie sindacali!

ELECTROLUX

About the Author

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *