CCNL METALMECCANICI – costruire una mobilitazione unitaria.

Molti imprenditori metalmeccanici nella prima ondata della pandemia, hanno fatto pressione per non fermare la produzione anteponendo i loro interessi alla salute dei lavoratori e delle lavoratrici, sostenuti dal governo hanno usufruito della cassa integrazione, scaricando sui propri dipendenti i costi di una crisi già evidente prima del Covid, riducendo di circa il 50% il salario.Ora gli stessi imprenditori attraverso il presidente della loro associazione “Confindustria”, tornano all’attacco sul CCNL, avvantaggiati dalle continue concessioni che negli anni le OO.SS. confederali hanno servilmente concesso.L’ultimo rinnovo del CCNL (Novembre 2016) e poi con “Il patto per la fabbrica” nel 2018 i padroni hanno incassato un modello contrattuale che blocca il salario e rafforzano modelli privatistici di welfare con polizze sanitarie e previdenziali e buoni spesa epurati dai contributi pensionistici (per cui un guadagno per gli imprenditori) oltre che la distruzione del concetto solidaristico del welfare pubblico e gratuito. Inoltre è stato concesso ai padroni un utilizzo incontrollato di precariato e di flessibilità oraria.Oggi le vertenze sulle quali si gioca lo scontro di classe, interessa molte categorie, circa 14 milioni di lavoratori aspettano il rinnovo del proprio CCNL. I metalmeccanici possono ancora avere una funzione trainante di tutto il mondo del lavoro pubblico e privato.Consapevoli che le burocrazie confederali di CGIL-CISL-UIL favoriscono le pretese padronali, è evidente che serve una unità d’azione di tutto il sindacalismo conflittuale per determinare l’unità dei lavoratori e delle lavoratrici a partire dalle singole iniziative di lotta verso una mobilitazione generale che coinvolge l’intera classe lavoratrice.Tutto il sindacalismo conflittuale, i comitati, i militanti, i lavoratori e le lavoratrici che non si vogliono fermare su posizioni autoreferenziali ma con pari dignità vogliono riportare il conflitto su un terreno di classe, devono con coraggio e responsabilità prepararsi a respingere l’attacco che i padroni stanno preparando, lavorando ad una mobilitazione unitaria per un CCNL che restituisca dignità ai lavoratori!La lotta e il protagonismo dei lavoratori e delle lavoratrici può cambiare le cose.

CCNL-METALMECCANICI

About the Author

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *