CONTRATTO METALMECCANICI: ENNESIMO TRADIMENTO!

Il “PATTO PER LA FABBRICA” ha i suoi effetti. Senza battersi per un CCNL dignitoso vince sempre il padrone.

Questa la logica che hanno portato avanti FIOM-CGIL/FIM-CISL/UILM-UIL, con sole 4 ore di sciopero nei 4 mesi di trattativa condotta “riservatamente” con Federmeccanica.

Federmeccanica ha dimezzato la richiesta economica iniziale di 150.00 euro in tre anni, pomposamente presentata ai lavoratori dai confederali, portando a 4 anni e sei mesi la durata del CCNL (il più lungo della storia) e ha imposto che si sciogliessero prima dei nodi normativi.

Si gioca con i numeri:

🟠Un CCNL che copre da gennaio 2020 fino a giugno 2024, rateizzando i miseri aumenti fino a raggiungere, a regime solo nel giugno 2024 € 112,00 euro lordi per il Terzo livello: € 112,00/54 mesi (durata del CCNL) = € 2,07 al mese

🟠Confermati € 200,00 di benefit (senza aumento) per ogni anno

🟠La riforma sull’inquadramento non è altro che un ulteriore regalo alle aziende che avranno l’ultima parola per il passaggio di livello non più legato alla sola mansione ma a valutazioni aziendali.

🟠L’alternanza scuola/lavoro inserita nel CCNL permette alle aziende la sostituzione del personale con lavoro gratuito senza tutele.

In cambio i firmatari portano a casa (per le loro burocrazie, non certo a favore dei lavoratori) Enti Bilaterali, aumenti delle quote al Fondo Privato Pensionistico “COMETA”.

Si pensava che il CCNL dei Metalmeccanici del 2016 fosse il peggiore accordo mai sottoscritto, invece sono riusciti a fare di peggio!

Si è dato seguito al “PATTO PER LA FABBRICA”, il patto che ha sancito lo stretto legame tra padronato e sindacato confederali e delineato la prospettiva nella quale i lavoratori devono essere spremuti e resi dipendenti dei processi produttivi, asserviti alle necessità del capitale.

L’infelice espressione della segretaria generale della FIOM-CGIL “un CCNL che distribuisce ricchezza” è offensiva per i metalmeccanici e le metalmeccaniche!

Questa signora dovrebbe provare a lavorare in fabbrica, magari con un salario da terzo livello: le passerebbe la voglia di giocare con la vita degli altri.

CISL-UIL e CGIL non rappresentano gli interessi dei lavoratori! Il sostegno a Draghi (uomo della finanza e suggeritore delle politiche europee contro i lavoratori e lo stato sociale), la disponibilità concessa al presidente dell’Associazione Industriale Bonomi, il CCNL dei metalmeccanici appena sottoscritto, dimostrano il loro tradimento quotidiano ai danni della classe lavoratrice.

COSTRUIAMO L’ALTERNATIVA UNITARIA DI CLASSE!

About the Author

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *